Napoli sotterranea

Frequentati ed abitati per secoli, i sotterranei di Napoli trovano la loro nascita in età greca (470 a.c.) seguito all’ estrazione di tufo per la costruzione della città, in epoca romana alcuni tratti vennero sfruttati come gallerie viarie, altri come acquedotto per convogliare le acque provenienti dalle sorgenti del Vesuvio, alcuni rami arrivarono fino a Miseno, per alimentare la Piscina Mirabilis.

Napoli sotterranea nasconde anche un gioiello architettonico un teatro greco-romano dove persino Nerone volle esibirsi. L’accesso è in un basso napoletano con accesso da una botola posta sotto il letto a scorrimento, tipico di vecchie case partenopee. Percorrendo via Anticaglia si possono vedere due massicce arcate che in epoca romana erano strutture di rinforzo al complesso teatrale.